Il melasso nell’alimentazione del cavallo.

Consigli

Forse non tutti sanno che il melasso è lo scarto della lavorazione della barbabietola da zucchero o della canna da zucchero.

Si presenta sotto forma liquida con una densità e viscosità simile al miele, dal colore nero è un prodotto zuccherino ed appiccicoso e se aggiunto nei mangimi ha la capacità di rendere appetibile al cavallo i prodotti di scarsa qualità perché come tutti sanno il cavallo gradisce i sapori dolci.

Essendo un prodotto zuccherino, quando viene ingerito dall’animale dà un apporto di zuccheri che vengono subito trasformati in energia creando dei picchi glicemici che risultano essere dannosi alla sua salute.

Una buona alimentazione deve sempre cercare di limitare il più possibile questi picchi, inoltre nei prodotti conservati in un modo non corretto risulta essere un substrato ideale per lo sviluppo di muffe e batteri.

Per queste sue caratteristiche viene inserito nella produzioni di mangimi, anche se è dimostrato che spesso e volentieri è la causa dell’insorgenza di disfunzioni alimentari.

Il cavallo per la sua morfologia risulta essere molto sensibile a queste problematiche quindi il nostro consiglio è di evitare la somministrazione agli animali di tutti i prodotti contenenti il melasso.

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Pacciamare l’orto con la paglia

Per pacciamatura si intende la pratica di spargimento del pacciame sul terreno. Questa azione è utile a tutelare le nostre piante da gelo, insolazione ed erbe infestanti. Si tratta di una tecnica di coltivazione indispensabile per rendere il nostro orto davvero biologico.

Ogni contadino, qualsiasi siano gli ortaggi che decide di piantare, sa quanto sia importante riuscire a controllare il proliferare delle erbe infestanti.
Questo per due principali ragioni: primo, la vegetazione spontanea per svilupparsi toglie energia ed elementi nutritivi al terreno dove crescono le nostre piante. Secondo, alcuni tipi di erbe infestanti sono i principali vettori di parassiti e malattie, che possono mettere a rischio il nostro orto.

L’applicazione della pacciamatura naturale con la paglia lungo il filare di crescita delle piantine, consente di ridurre del 80-90% la crescita delle erbacce, facendolo in maniera completamente naturale. Inoltre, questa tecnica consente di ridurre il consumo idrico. La paglia infatti mantiene il terreno più umido e al riparo dal sole diretto. Cosa più importante, però, è che questo pacciame riduce il rischio degli attacchi di parassiti che proliferano nelle infestanti. Questo permette fin da subito una crescita sana ed ecologica della pianta.

L’applicazione della paglia andrebbe fatta non appena la nostra coltura inizia a delineare la sua forma. In sostanza le piantine non devono essere troppo piccole. E’ necessario infatti che abbiano l’altezza minima per prendere la giusta luce.

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Masticazione del cavallo

Consigli

I denti del cavallo sono ipsodonti perchè continuano a crescere durante tutta la sua vita e la masticazione del cavallo può variare in base a come viene alimentato.

Il cavallo in natura è sempre rimasto libero in spazi ampi e con abbondanza di fieno verde da brucare tutto il giorno.

Se il cavallo rimane al pascolo per gran parte della giornata la sua masticazione naturale non viene modificata, ma se viene lasciato in un box ed alimentato con del fieno lungo o con dei prodotti tipo il fieno crock le cose cambiano.

In questi casi il cavallo spontaneamente modifica la sua masticazione consumando i denti in modo irregolare, cosi facendo col passare del tempo potrebbero svilupparsi delle punte nei denti che gli rendono la masticazione difficile e dolorosa.

Il nostro consiglio è di far controllare i denti del vostro cavallo al veterinario almeno una volta all’anno.

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Fieno per cavalli allergici o con problemi di coliche

Consigli

Il cavallo è un animale molto sensibile alle muffe che si posso sviluppare nel fieno raccolto con una umidità non idonea alla conservazione.

Il cavallo ha bisogno di fieno sano, fibroso e con poche proteine.

Per assimilare meglio il prodotto deve masticare il più possibile, perché la masticazione aumenta le produzione di saliva, che aiuta i succhi gastrici nel processo di assimilazione degli alimenti, evitando la formazione di coliche.

Il cavallo in natura va a brucare quasi tutto il giorno, ingerendo piccoli quantitativi ma spesso, quindi il consiglio è di alimentarlo almeno in tre occasioni durante tutta la giornata, diminuendo i quantitativi per pasto, somministrandogli i cereali insieme al fieno, cosi facendo si diminuisce il rischio di coliche.

Consigliamo di dare del buon fieno, con poche proteine, senza melasso.

Diminuire al massimo i quantitativi di cereali, possibilmente solo schiacciati non estrusi, perchè essendo subito assimilabili dal suo organismo creano dei picchi di energia che a lungo tempo si sono rivelati dannosi per il suo organismo.

Sia il fieno ammuffito, il melasso, che i cereali, se somministrati in dosi eccessive, a lungo andare creano l’insorgenza di patologie ben note nel settore, quindi consigliamo di porre molta attenzione alla sua alimentazione.

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Paglia come alimento per il vostro cavallo

Consigli

La paglia se sana e pulita può essere un valido apporto di fibra nell’alimentazione del cavallo, soprattutto per quei cavalli che sono chiusi nel loro box per lunghi periodi della giornata e che risultano essere nervosi.

Sarebbe buona cosa inserirla nella razione giornaliere tra un pasto e l’altro in modo che aiuti il cavallo a svagarsi e produrre saliva che lo aiuta nella regolarizzazione del suo intestino.

Nel caso non si riesca ad inserirla tra un pasto e l’altro andrebbe somministrata alla sera dato che la notte è il lasso di tempo più lungo che intercorre tra un pasto e l’altro.

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , , | Lascia un commento